C1C2C3C4C5C6

P3

... un evento teatrale può distribuirsi nell'arco di uno o più giorni, o terminare in pochi minuti: può essere consumato all'istante e poi sparire.

images/Categorie/P3_H.png

Eventi, Feste e Manifestazioni

Il teatro, con la sua spettacolarità e i suoi linguaggi, nella grande varietà di forme in cui può essere attuato, può non soltanto intrattenere, ma stimolare curiosità, creare climi e stati d’animo veicolare informazioni e suggestioni.

Il teatro può valorizzare, evidenziare imprimere nella memoria eventi, luoghi e persone, anche grazie a una caratteristica che gli è specifica: è un atto collettivo, vissuto coralmente, contemporaneamente da un insieme di persone.

E’ evidente che qui non si parla soltanto di rappresentazione tradizionale e frontale, ma di forme che vanno per esempio dallo spettacolo itinerante a piccole azioni messe in scena da un balcone o in una vetrina, dalla festa in piazza dove il teatro e il racconto si insinuano tra la gente e poco per volta ne polarizzano l’attenzione.

Rassegna Teatrale alle Officine Folk

2017 Interferenze Offola grande festa del teatro - INTERFERENZE

Riprende il teatro alle Officine Folk: anche quest’anno la rassegna organizzata dalle compagnie residenti Teatro Società e Doppeltraum Teatro abiterà i Bagni di Via Luserna con un appuntamento mensile dedicato al teatro.
Nell’ambito del progetto Cortocircuito della Fondazione Piemonte dal Vivo, con il patrocinio della Città di Torino e della Circoscrizione 3 e in collaborazione con l’associazione Piemonte Cultura, il cartellone 2017/18 si intitola “Interferenze”, termine che connota il carattere poliedrico degli appuntamenti.

In particolare il mese di marzo conterrà una rassegna nella rassegna, con una triade di spettacoli di Teatro Società rivolti agli studenti delle scuole medie e superiori: Stelle (co-produzione Doppeltraum Teatro), I vecchi vagoni e Incidenti di percorso (di Franco Carapelle), tre appuntamenti per parlare di astronomia, bullismo e dipendenze, per affrontare con il teatro i piccoli grandi problemi dell’adolescenza.

La Rassegna teatrale delle Officine Folk è realizzata con il contributo di Fondazione Piemonte dal Vivo (progetto Corto Circuito) in collaborazione con: Piemonte CulturaDoppeltraum TeatroTeatro e Società e con il patrocinio della Circoscrizione 3.  

PROGRAMMA

Si comincia il 14 ottobre con la compagnia torinese Deriva Clun e il suo Cyrano dans la lune – Storia di un naso che voleva arrivare sulla luna, una versione poetica e clownesca del grande classico di Rostand.

Il 18 novembre le Officine Folk accoglieranno Cucinar Ramingo, con il milanese Giancarlo Bloise, un racconto gustoso e delicato ad opera di un cuoco-attore che disquisisce su cibi e bevande degli dei, mentre prepara dal vivo manicaretti su fornelli che sembrano strumenti musicali.

Il 12 gennaio sarà il turno di un altro grande classico del teatro rivisitato in chiave musicale: Otello Unplugged, di e con Davide Lorenzo Palla e Tiziano Cannas.

Come ogni anno, febbraio sarà dedicato al teatro di impegno civile: la compagnia Quizzy Teatro racconterà la Prima Guerra Mondiale a 100 anni dalla sua conclusione con Solo – Una Vita, in scena il 9 febbraio.

Il mese di marzo conterrà una rassegna nella rassegna, con una triade di spettacoli di Teatro Società rivolti agli studenti delle scuole medie e superiori: Stelle, I vecchi vagoni e Incidenti di percorso, tre appuntamenti per parlare di astronomia, bullismo e dipendenze, per affrontare con il teatro i piccoli grandi problemi dell’adolescenza.

Il 14 aprile sarà la volta di Doppeltraum Teatro in Tingeltangel, che trasformerà il salone dei Bagni di Via Luserna 8 in una locanda fumosa degli anni Venti della Germania di Weimar, in cui si esibivano Karl Valentin, Liesl Karlstadt e il giovane Brecht.

Sempre Doppeltraum concluderà la stagione il 12 maggio con un testo di drammaturgia contemporanea, Le prénom, noto al pubblico italiano come Cena tra amici, graffiante commedia dall’ambientazione parigina.

 

Tutti gli appuntamenti, eccetto la rassegna per le scuole, si terranno alle 21.00 presso le Officine Folk, via Luserna di Rorà 8 Torino.

 

 Una rassegna per tutti, in uno spazio non convenzionale, che mira a garantire un alto livello di professionalità degli artisti invitati, senza dimenticare i gruppi e le compagnie che, instancabilmente, vivono il territorio e si spendono quotidianamente per diffondere cultura.

 

Per info e biglietteria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Officine Folk®
Via Luserna di Rorà, 8 – Torino Contrada San Paolo - 10141 TORINO 
Parcheggio consigliato: viale alberato di C.so Racconigi
Mezzi pubblici: Tram 15 – 16, Bus 42- 55 – 56 – 33
Servizio Bar self-service
Inoltre, il nuovo spazio delle Officine Folk offre giornalmente varie e interessanti opportunità: una ricca rassegna musicale della tradizione folk, hammam e centro benessere “Nour”, ristorante e caffetteria “Etoile Rouge” e corsi di musica e teatro.


 

SECONDA EDIZIONE 2016-2017

offo2016Seconda edizione per la rassegna teatrale alle Officine FOLK, in borgo San Paolo, con un nuovo cartellone ricco di eventi e di generi artistici.
Dal 26 novembre 2016 al 14 aprile 2017 tredici appuntamenti di prosa, spettacoli per bambini, cabaret, musica per tutti.

In un contesto di grande vitalità e fermento la circoscrizione 3  consolida l’idea nata un anno fa e che vuole  proporre a tutti coloro che amano lo spettacolo dal vivo e desiderano incontrarsi in uno spazio nuovo e alternativo come le Officine Folk poste all’interno dei Bagni Pubblici di Via Luserna di Rorà 8.

La Rassegna teatrale delle Officine Folk è realizzata con il contributo di Fondazione Piemonte dal Vivo (progetto Corto Circuito) in collaborazione con: Piemonte Cultura, Doppeltraum Teatro, Teatro e Società e con il patrocinio della Circoscrizione 3.  

Ad Arona…il suo tesoro

visite guidate teatrali

Visita Guidata Teatrale alla scoperta di Arona, della sua storia…e dei suoi tesori.

Nell'ambito del Festival IL TEATRO SULL’ACQUA diretto da Dacia Maraini - che si terrà ad Arona dal 7 all11 settembre 2016 - arrivano le GUIDE TURISTICHE TEATRALI, una novità a cura di Teatro e Società.

I nostri attori, utilizzando il linguaggio teatrale, condurranno alla scoperta della città rendendo "vivi" agli occhi e alla memoria dei visitatori-spettatori: opere d’arte, oggetti, luoghi, paesaggi, monumenti ma anche prodotti e ricchezze del territorio.

Il pretesto è la leggenda di una porta incantata e misteriosa che, ogni cento anni, si aprirebbe rivelando un mondo meraviglioso e fatato con tre diversi tesori. Chi, per fortunata ventura, si trova nel luogo deputato può portarne via uno! Ma trovare la porta ed essere lì nel momento adatto non sembra così facile.

E qui parte la nostra storia…o meglio il nostro viaggio perché una mappa, ritrovata per fortuite coincidenze, rivelerebbe il luogo e l’ora della magica apertura. Ma cosa potrebbe succedere se la mappa cadesse nelle mani sbagliate? Ma soprattutto quali sono i tesori nascosti dalla misteriosa porta?

Provincia incantata

ProvInc01

Visite animate teatrali

per i luoghi storici della Provincia di Torino

Provincia Incantata” propone un viaggio inconsueto nei comuni della provincia di Torino ricchi di storia, sapienza, creatività e di piccoli gioielli architettonici. Sono luoghi in cui l’abilità artigiana dei manufatti e dei prodotti agricoli è viva grazie alla cultura popolare che li custodisce e li tramanda con cura.
Provincia Incantata” nasce dall’esperienza nell’animazione teatrale dell’associazione “Teatro e Società” – in continuità con l’attività della Compagnia CAST a cui si deve il progetto iniziale - e propone la formula della visita teatrale che incontra negli anni un favore crescente di partecipanti. Giunto alla quinta edizione nel 2015 “Provincia Incantata” è un evento atteso tra gli appuntamenti estivi del torinese ed è realizzato grazie al prezioso supporto e alla collaborazione di: Provincia di Torino, Atl “Turismo Torino e provincia”  e i Comuni aderenti all’iniziativa.

Re.Te

RE.TE.

Residenza Multidisciplinare di Viù e delle Valli di Lanzo

La Residenza Multidisciplinare delle Valli di Lanzo, istituita dalla Regione Piemonte nel 2004 per sostenere la produzione e la fruizione del teatro, promossa dal Comune di Viù con la partecipazione degli altri 18 Comuni della Comunità Montana delle Valli di Lanzo e con la collaborazione dell'Azienda Turistica Locale, è stata affidata all'organizzazione della compagnia teatrale professionale torinese Teatro e Società (in origine C.A.S.T.) per la Direzione artistica di Claudio Montagna.

LA Compagnia teatrale collabora con la Valli di Lanzo, e nello specifico con il comune di Viù già da diversi anni.

Sono state molte, infatti, le occasioni per inserire il proprio prodotto teatrale all’interno di feste e manifestazioni comunitarie già esistenti.

Tra le altre iniziative si ricordano "Le vie del sale" ispirato al traffico transfrontaliero del sale, "Ventagli di fuoco" ispirato a storie locali, "La lingua che brucia" realizzato per ricercare e diffondere le forme dialettali che stanno andando perdute, "Bentornata Baronessa" realizzato per raccontare e comunicare la storia e le architetture del paese di Viù.

RE.TE vuole essere una continuazione nel rapporto tra la gente e il teatro.

Altre proposte...